Questo sito usa cookie per fornirti un'esperienza migliore. Proseguendo la navigazione accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra OK

Cittadinanza

 

Cittadinanza

AVVISI  IMPORTANTI

Non si deve produrre alcun documento e/o certificato prima di iscriversi nella lista d´attesa per il riconoscimento della cittadinanza italiana ius sanguinis ovvero prima della convocazione formale. Documenti/certificati prodotti precedentemente non saranno accettati.

Attualmente il Consolato d’Italia a Recife convoca gli interessati via e-mail

L´eventuale riconoscimento previo della cittadinanza italiana da parte di alcun familiare non favorisce la convocazione del richiedente.

Trovare la documentazione relativa al dante causa  spetta agli interessati.

La Legge n.89/2014 ha introdotto l´obbligo del pagamento di EURO 300,00 da parte di ogni persona maggiorenne che presenta domanda di riconoscimento della cittadinanza italiana .

Il contributo è dovuto per la trattazione della pratica indipendentemente dall´esito della trattazione, vale a dire che nel caso di mancato riconoscimento per insussistenza del diritto o documentazione incompleta l´importo pagato non sarà restituito. Il pagamento dovrà essere effettuato in Reais e l´importo sarà calcolato al tasso di ragguaglio consolare in vigore per il trimestre.

Saranno esenti dal contributo soltanto le richieste di riconoscimento della cittadinanza a favore dei figli che risultino minorenni al momento della presentazione dell´istanza.    

Nessun ente o persona è autorizzata a ricevere versamenti di tasse a nome del Consolato d´Italia a Recife.

Si prega di seguire esclusivamente le notizie di questo sito o della nostra pagina facebook.

Si prega di far  clic sulle alternative desiderate:

1.Cittadinanza ius sanguinis

2.Cittadinanza per Matrimonio/Naturalizzazione (per coloro che hanno contratto matrimonio dopo il 27/04/1983);

3.Cittadinanza per Matrimonio (per coloro che hanno contratto matrimonio prima del 27/04/1983);

4.Elezione di Cittadinanza;

5.Persone nate e già residenti nei territori appartenenti all´Impero Austro-Ungarico e loro discendenti;

6.Riacquisto della Cittadinanza a seguito di perdita e/o naturalizzazione straniera;

7.Domande frequenti.

CASI  PARTICOLARI:

.Se il dante causa ha ottenuto la cittadinanza straniera (in casu, quella brasiliana), i figli nati prima della firma del decreto  mantengono la cittadinanza italiana, cioè la cittadinanza viene trasmessa.

.A partire dal 16/08/1992, data dell´entrata in vigore della Legge n.91/92, il cittadino italiano che acquisisce una cittadinanza straniera NON perde quella italiana, ma deve darne conoscenza al Consolato Italiano di appartenenza.

.Per i figli nati da genitori coniugati, verificate la sessione chi effettua la dichiarazione di nascita;

.Per i figli nati fuori da matrimonio, si consiglia che  entrambi i genitori si presentino in “Cartorio” e risultino come dichiaranti della nascita del loro figlio; in caso contrario, dovranno provvedere ad una Scrittura Pubblica di Riconoscimento di Maternità/Paternità. Nei casi di figli di età a partire dai 14 anni, è obbligatorio che risulti in tale atto il suo assenso.

L´Ambasciata d´Italia a Brasilia nonché i Consolati Italiani non hanno dati sull´immigrazione italiana in Brasile, e non possono fornire informazioni sui connazionali iscritti all´AIRE.

Riferimenti di legge: Legge n.555/1912; Legge n.91/1992; website del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale.

 

 


24