Questo sito utilizza cookie tecnici, analytics e di terze parti.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Preferenze cookies

Morte

La morte di un cittadino italiano (o del suo coniuge straniero) avvenuta all’estero deve essere trascritta in Italia.

I documenti che devono essere inviati all’Ufficio Consolare per posta raccomandata o SEDEX all’indirizzo Rua Padre Carapuceiro 706, 13esimo piano, Boa Viagem, Recife. CEP: 51.020-280 per la registrazione del decesso sono i seguenti:

  1. Segunda via” originale integrale (Inteiro teor/Verbo ad Verbum) dell’atto di morte, emesso dal competente Ufficio di Stato Civile (“Cartório”), con Apostille  e traduzione fatta da traduttore giurato dall’idioma originale direttamente all’italiano con Apostille;
  2. Fotocopia (semplice) del documento d’identità della persona deceduta: passaporto italiano, carta d’identità o, in alternativa, un documento d’identità straniero con foto (non sono accettati CNH o documenti di categorie lavorative);
  3. Modulo “Dichiarazione sostitutiva di certificazione” compilato e firmato dal parente/conoscente della persona deceduta;
  4. Fotocopia (semplice) del documento d’identità in corso di validità del parente/conoscente della persona deceduta: passaporto italiano, carta d’identità o, in alternativa, un documento d’identità straniero con foto e firma (non sono accettati CNH o documenti di categorie lavorative);
  5. Idonea prova di indirizzo intestata al parente/conoscente della persona deceduta: Sono accettate come prova di residenza: matricola scolastica o universitaria – solo università presenziali -, dichiarazione dei redditi, contratto di affitto con firma riconosciuta presso un notaio – cartório -, bolletta dell’affitto, certificato del tribunale elettorale, bolletta internet, INSS, prova dell’iscrizione al CAD unico del governo federale, bolletta del IPVA.

MORTE AVVENUTA IN ALTRO PAESE ESTERO

Qualora il cittadino italiano/coniuge residente presso questa circoscrizione Consolare sia deceduto in altro paese estero che non il Brasile, il parente/conoscente deve inviare a questa sede la documentazione richiesta per la trascrizione del decesso descritta nel sito web del Consolato d’Italia del luogo dove è avvenuto il decesso.

Qualora il Paese dove è avvenuto il decesso adotti il formatto “plurilingue” previsto dalla Convenzione di Bruxelles, l’atto così formato potrà essere presentato in originale e non necessita né di apostille né di traduzione in italiano.

Non si accetta il certificato di trascrizione in Brasile dell’atto di morte.

ATTENZIONE: Questo Consolato non accetta fotocopie dei documenti originali. Nel caso il “cartório” emetta un sigillo di “copia autentica” per il documento originale che verrà consegnato a questa sede (Es. traduzione con firma digitale), lo stesso perde la validità. I documenti con apostille che originalmente erano documenti elettronici devono rispettare i requisiti dell’art. 14 § 1º de Provvedimento n. 62 del CNJ del 14/11/2017, che stabilisce:

“Art. 14. O documento eletrônico apresentado à autoridade apostilante ou por ela expedido poderá ser apostilado independentemente de impressão em papel, desde que esteja emitido em formato compatível para upload no sistema do CNJ e assinado mediante certificado digital, segundo a lnfraestrutura de Chaves Públicas Brasileira (ICP), observada a arquitetura dos Padrões de Interoperabilidade de Governo Eletrônico (e-Ping).

  • 1° Finalizado o apostilamento do documento eletrônico, a autoridade apostilante deverá imprimir uma cópia, certificando que se trata de impressão do original eletrônico e acostá-la à apostila para entrega ao solicitante.”

Perciò, anche se viene stampata una copia del documento digitale, lo stesso NON deve avere il sigillo di copia autentica.