Questo sito utilizza cookies tecnici (necessari) e analitici.
Proseguendo nella navigazione accetti l'utilizzo dei cookie.

Visto per Ricerca (lavoro autonomo o subordinato)

Per richiedere il visto di studio per ricerca è necessario:

Verificare che il Consolato abbia ricevuto per via telematica il “NULLA OSTA” della Questura Sportello Unico che autorizza il rilascio del visto per ricerca;

Occorre presentare la seguente documentazione:

  • lettera dell’istituto che ospita la ricerca con data di inizio e fine della ricerca, in cui si dichiara che la stessa rientra nelle norme stabilite dalla legge italiana e dell’accordo bilaterale in caso di convenzione tra le Università;
  • Lettera dell’istituzione brasiliana che ha inviato il richiedente a svolgere la ricerca.
  • Copia della Convenzione d’accoglienza italiana del ricercatore o documentazione brasiliana che attesti il trattamento economico della ricerca eventuale copia dell’accordo bilaterale o di interscambio
  • Tutti i documenti devono essere firmati dai funzionari responsabili degli istituti.
  • Dimostrare che la ricerca è coerente con il percorso di studi dell’interessato (attraverso copie di diplomi o altro)
  • Lettera d’invito o prenotazione alberghiera.
  • Assicurazione di viaggio
  • Prenotazione del volo, ricordando che al momento dell’acquisto del biglietto sarà necessario mantenere gli stessi scali aeroportuali indicati nella prenotazione del volo.
  • Modulo D compilato
  • Modulo riassuntivo compilato su PC
  • Pagamento dei diritti consolari dell’importo specifico per il tipo di visto. Il tariffario dei visti, a causa delle variazioni dei tassi di cambio, è aggiornato trimestralmente e pubblicato nella pagina “Valori Percezioni Consolari” (Art. 29);
  • Tutta la documentazione elencata qui sopra e nella sezione “INFORMAZIONI GENERALI PER TUTTI I TIPI DI VISTO/1. Documentazione” dovrà essere necessariamente presentata debitamente STAMPATA (NON sarà accettata se presentata sul cellulare o inviata per email).